Agrijob

Cresce il numero degli occupati dipendenti in agricoltura (+0,7%), invece in calo in tutti gli altri settori produttivi. Confagricoltura per valorizzare l’importanza strategica del settore primario e per dare risposte concrete sul fronte occupazionale, ha avviato Agrijob, un nuovo servizio – autorizzato dal Ministero del lavoro – che mette a disposizione delle proprie imprese associate e di tutti coloro che aspirano a lavorare in agricoltura: si tratta dell’attività di intermediazione tra domanda e offerta di lavoro.Al servizio si può accedere online in una una sezione dedicata del portale www.confagricoltura.it in cui trovare informazioni utili e stabilire contatti diretti su tutto il territorio.
Agrijob dà risposte ulteriori e tangibili a chi è in cerca di occupazione nelle imprese agricole, anche alla luce della specificità che caratterizza il mercato del lavoro del settore.
In pratica le imprese che cercano personale, dall’operaio comune al dirigente, possono compilare l’apposito form, segnalando le proprie necessità occupazionali; successivamente vengono quindi contattate dalle nostre sedi territorialmente competenti per avviare una selezione delle professionalità richieste.
Agrijob risponde, inoltre, a un’esigenza espressa da imprese agricole di medio-grandi dimensioni che occupano un rilevante carico di manodopera e che, spesso, incontrano difficoltà nel reclutare lavoratori dipendenti adeguatamente qualificati. Oltre ad assicurare una maggiore trasparenza sui sistemi di reclutamento in agricoltura.
Si tenga presente che ogni anno le imprese associate a Confagricoltura assumono tra le 300 e le 500 mila persone, prevalentemente a carattere stagionale, ma non infrequentemente anche a tempo indeterminato; la maggior parte dei rapporti riguardano la categoria degli operai, ma spesso anche quella degli impiegati, quadri e dirigenti.

Share